venerdì 17 febbraio 2017

Recensione: 9 Novembre - Colleen Hoover

9 Novembre
di Colleen Hoover
Leggereditore
Anno 2016
Pagine 308
Euro 14,90

È il 9 novembre quando, durante un pranzo con il padre, Fallon incontra Ben per la prima volta. È un giorno speciale per lei, non solo perché sta per trasferirsi da Los Angeles a New York, ma anche perché ricorre l’anniversario dell’evento che ha segnato per sempre la sua vita, il terribile incendio che le ha lasciato cicatrici su gran parte del corpo, impedendole di continuare la sua carriera da attrice. Contro ogni previsione, la conoscenza tra i due si trasforma subito in qualcosa di più, ma Fallon sta per partire e sembra esserci tempo solo per il rimpianto. Come per strappare al destino quell’inevitabile separazione, Ben le promette allora che scriverà un romanzo su di loro, proponendole di ritrovarsi il 9 novembre di ogni anno, fino a che non ne compiranno ventitré. È così che ogni 9 novembre i due protagonisti aggiungono un nuovo capitolo alla loro storia, finché qualcosa non arriva a sconvolgere le loro promesse e a mettere alla prova i loro sentimenti, tra i dubbi di Fallon e le mezze verità di Ben.

Che dire, Colleen Hoover è una di quelle autrici di cui mi basta leggere un solo libro all'anno per essere pienamente soddisfatta. Di più forse non riuscirei a leggerne, perchè lo sapete, si tratta di un'autrice che scrive le sue storie nello spettro emozionale che va dal dramma alla tragedia, e che chissà come fa, non scade mai nel melenso o nello sdolcinato. E' un'autrice che con innata abilità, riesce a raccontare storie umane. Sofferenze e gioie, paure e sogni, che rispecchiano quelli della vita reale.
Dopo l'intensità emotiva di Ugly Love, sono stata irremediabilmente attratta dalla trama di 9 Novembre, e credetemi se vi dico che questo è uno di quei libri che si divora in una giornata sola. La storia di Fallon e Ben, del loro incontro casuale, della loro subitanea intesa e della promessa che si scambiano di rivedersi una volta all'anno proprio il 9 Novembre, è una di quelle che catturano subito l'attenzione. La narrazione si dipana nei diversi incontri tra i due, un 9 Novembre dopo l'altro, e noi lettori ci affezioniamo all'istante ai due protagonisti. Li vediamo crescere, maturare, prendere decisioni giuste e sbagliate. E' impossibile non affezionarsi a Fallon, alle sue cicatrici e alla sua voglia di cambiare vita. O a Ben, al suo romanzo da scrivere e alla sua innata positività. E poi arriva la batosta, dura come un pugno nei denti. La svolta inaspettata, che ti toglie il fiato. Che ti fa pensare "è finita, non può esserci nessun futuro felice". E invece... Invece.

Quando trovi l'amore, lo afferri al volo. Ti ci aggrappi con entrambe le mani e fai tutto ciò  che puoi per non lasciarlo andare. Non puoi voltargli le spalle come se niente fosse e pretendere che resti lì ad aspettare il momento in cui sarai pronta.

Oltre ad assicurarvi che 9 Novembre mi è piaciuto da matti, a partire dallo stile, il ritmo, i personaggi e tutto ciò che fanno e pensano e vivono, non vi posso dire di più, davvero. Dovete scoprire di che sto parlando leggendo il libro. Dovete leggerlo. Perchè è una storia che non si dimentica. Perchè se avete amato la storia di Miles e Tate vi farà piacere rileggerli in un piccolo cammeo. Perchè la Hoover gioca con le sue lettrici e con gli stereotipi dei romance, dall'instalove al booksting, passando per i baci perfetti da romanzo. Perchè Ben e Fallon entrano nel cuore. Imperdibile!
Quattro stelle e mezzo
 

13 commenti:

  1. Per quanto la tua recensione mi abbia incuriosita, il fatto che l'autrice calchi un po' la mano sul tragico mi fa desistere almeno per ora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella è una sua particolarità, eh :) Però questo libro è proprio da leggere!

      Elimina
  2. A me ispira, ma sono indecisa perché dei libri della Hoover a non farmi impazzire è proprio il troppo dramma ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dirò, anche io sono titubante delle volte, ho già troppi drammi nella vita reale, pure nei libri nooo XD Secondo me devi trovare il momento perfetto per leggerla ^^

      Elimina
  3. Questo libro è sulla mia wishlist e ci sto facendo un pensierino! Magari lo prendo in ebook solo perché con la Hoover non si sa mai per me XD
    Comunque conto di leggerlo quest'anno! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere! ^^ Magari puoi inserirlo in qualche task per la Reading Challenge ;)

      Elimina
  4. Adoro questa autrice e questo libro è davvero bellissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. <3 Adesso vorrei leggere Confession... ma tra un bel po' eheh ^^

      Elimina
  5. Penso che in effetti potrei dare a questo libro una possibilità sebbene con la Hoover abbia non pochi problemi per il suo stile tanto osannato, ma che non mi scalfisce...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, per il momento ho letto solo questo e Ugly Love, amati entrambi, mentre gli altri titoli - ad eccezione di Confession e Maybe, someday - non mi ispirano molto ^^"

      Elimina
  6. Ho adorato questo libro, mi è rimasto nel cuore ❤️
    Ps mi sono iscritta ai tuoi lettori fissi
    Lucia
    https://lamiacaoticalibreria.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Lucia! ^^ Sono contenta!

      Elimina
  7. Per la miseria, lo voglio leggere da matti, disperatamente. Devo ancora recuperare Le confessioni del cuore e poi mi butto su questo. Chissà che tragedia s'è inventata stavolta la Hoover, ma posso immaginare. Mi sa che il suo peggior romanzo deve ancora arrivare. Io di quell'altro sono terrorizzata >_<

    RispondiElimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...