lunedì 22 maggio 2017

Review Party: "Noi siamo tutto" di Nicola Yoon

Buon pomeriggio, amici lettori! Secondo post di oggi! 
Sono felicissima di partecipare al Review Party organizzato per l'uscita italiana del romanzo di Nicola Yoon, Noi siamo tutto. Io e altre colleghe blogger abbiamo potuto leggerlo in anteprima e ne siamo rimaste entusiaste. Una storia toccante che fa riflettere. Per scoprirne di più, vi lascio leggere la mia recensione. Buona lettura!

Noi siamo tutto
di Nicola Yoon
Sperling & Kupfer
Genere Young Adult Contemporaneo
Pagine 320
Euro 17,90
Uscita 22 Maggio

Madeline Whittier è allergica al mondo. Soffre infatti di una patologia tanto rara quanto nota, che non le permette di entrare in contatto con il mondo esterno. Per questo non esce di casa, non l'ha mai fatto in diciassette anni. Mai un respiro d'aria fresca, né un raggio di sole caldo sul viso. Le uniche persone che può frequentare sono sua madre e la sua infermiera, Carla. Finché, un giorno, un camion di una ditta di traslochi si ferma nella sua via. Madeline è alla finestra quando vede... lui. Il nuovo vicino. Alto, magro e vestito di nero dalla testa ai piedi: maglietta nera, jeans neri, scarpe da ginnastica nere e un berretto nero di maglia che gli nasconde completamente i capelli. Il suo nome è Olly. I loro sguardi si incrociano per un secondo. E anche se nella vita è impossibile prevedere sempre tutto, in quel secondo Madeline prevede che si innamorerà di lui. Anzi, ne è sicura. Come è quasi sicura che sarà un disastro. Perché, per la prima volta, quello che ha non le basta più. E per vivere anche solo un giorno perfetto è pronta a rischiare tutto. Tutto.

GUARDA IL TRAILER DEL FILM!
Da 21 Settembre 2017 al cinema. Diretto da Stella Meghie con Amandla Stenberg, Nick Robinson, Anika Noni Rose, Ana de la Reguera, Taylor Hickson e Danube Hermosillo.

L'AUTRICE
Nicola Yoon è cresciuta in Giamaica e a Brooklyn. Vive a Los Angeles, in California, con il marito e la figlia, dei quali è follemente innamorata. Noi siamo tutto, bestseller n°1 del New York Times, è il suo primo romanzo. Seguila sul suo sito www.nicolayoon.com

Quando mi si è presentata, ho colto al volo l'opportunità di leggere il libro della Yoon senza neanche conoscere bene la trama e limitandomi alla visione del trailer della trasposizione cinematografica, e devo dire che ho scelto benissimo. Se anche voi avete dei dubbi sul leggerlo o meno, sappiate che rischiate di perdervi una storia dolce che semplicemente racconta la vita e che aspira a ricordarci, a spiegarci cos'è l'amore, che sia quello di una madre per un figlio o di due giovani alle loro prime esperienze; cosa comporta il dolore della solitudine, quanto valore ha la fiducia, i rapporti contorti tra genitori e figli. Una metafora delle difficoltà del crescere e del lasciarsi il mondo familiare alle spalle per imparare a cavarsela da soli nel grande mondo. Un romanzo d'esordio, quello di Nicola Yoon, che ha ambizioni alte che fortunatamente vengono raccontate con un linguaggio semplice e scorrevole, che colpiscono dritto il bersaglio, lasciando il lettore meravigliato e incantato.
Madeline Whittier è una diciottenne che non è mai uscita di casa a causa della sua malattia rara, lo SCID, che in pratica la rende allergica a tutto. Tutto potrebbe esserle fatale, e perciò Maddy è costretta a stare in casa, a respirare aria filtrata e a osservare il mondo da lontano, al sicuro nel suo bozzolo di vetro. La sua condizione di isolamento però non è del tutto negativa: la ragazza ha uno splendido rapporto con la madre, la dottoressa Pauline Whittier, l'unico membro della famiglia che le è rimasta dopo la scomparsa del padre e del fratello quando lei era solo una neonata; e poi c'è Carla, molto più di una infermiera, che prende il suo incarico di prendersi cura di Maddy oltre le semplici indicazioni cliniche. L'arrivo di Olly e della sua famiglia nel vicinato e nella vita di Madeline però stravolge lo scorrere tranquillo delle giornate della ragazza. 

Prima di incontrare Olly ero felice. Ma adesso sono viva, e tra le due cose c’è una bella differenza.

Madeline è pacata accettazione della propria condizione, Olly è irrequietezza e ribellione in movimento.
Madaline è bianco. Olly è nero. 
Lei è storie e pagine e pagine di libri. Lui è ragionamenti e teorie matematiche.
Entrambi sono curiosi l'uno dell'altro. 
Sono ragazzi, sono giovani, ed è naturale che tra loro nasca un dolce sentimento, di amicizia, confidenza e amore. La vita è un dono e l'amore non ti ucciderà, sono queste le parole che Carla dice alla protagonista. Forse è vero, o forse no, ma è certo che l'incontro con Olly aprirà porte segrete di cui Madeline non sospettava l'esistenza, aprirà la sua mente a riflessioni che la portano a una nuova consapevolezza di sè. Pensieri su se stessa che vanno oltre la bolla portettiva fatta di giochi di tavolo con la mamma, lezioni private su Skype e la montagna di libri che le hanno fatto da sempre compagnia. Perchè la vita è oltre i vetri che la proteggono...

Il suo dolore è un mare morto. Il suo dolore è per me, ma io non posso più farmene carico.

Un romanzo dolce, delicato, che sottolinea l'importanza delle scelte, giuste o sbagliate che siano, dei rischi che ognuno di noi è disposto a correre per amore, dei motivi per cui siamo disposti a rischiare. La narrazione, che sfrutta il punto di vista unico di Madeline, scivola con piacere, scorrevolissima e intervallata da disegni, grafici, scambi di email e chat, che trasmettono l'immediatezza e la genuinità dei personaggi. L'autrice inoltre usa un linguaggio semplice, ma non si risparmia sulle verità assolute e universali che, proprio perchè esplicate con tale semplicità di termini, colpiscono con più ferocia. L'unica cosa che, a livello personale non mi è piaciuta è il finale... Ci vuole un epilogo, lo pretendo. Ma, per fortuna, spero di rivalermi con il film, che arriverà in Italia dopo l'estate. Nel frattempo, vi consiglio la lettura di questo young adult che saprà stupirvi fin dalla prima pagina, garantito. 
Quattro stelle

12 commenti:

  1. Ciao Rosa,
    stavo aspettando con impazienza qualche recensione su questo libro. Da un lato mi intrigava e dall'altro ero molto scettica, ma con le tue parole mi hai convinto. Lo aggiungo in lista!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Frency! Mi prendo questa responsabilità (xD), poi mi dirai che ne pensi. Io lo trovato dolcissimooo :3

      Elimina
  2. Io l'ho sempre detto che questo libro aveva del potenziale ;D Però aspetto di vedere il film, adesso proprio non ce la faccio a leggerlo, sarà che quando si tocca nei romanzi il tema della malattia io li sfuggo come la peste >_< E comunque spero che anche il film ne valga la pena, tra l'altro la storia è proprio dolcissima :'(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, tresor, guarda, non è negativo e strappalacrime come puoi pensare... Non è Colpa delle stelle, per intenderci, ma non ti dico di più per non spoilerare troppo XP Secondo me ti piacerebbe e il film mi sembra fatto proprio bene :3

      Elimina
  3. Nulla da dire, abbiamo amato tutte questo libro <3 maddy poi è una ragazza davvero tosta :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice che ci abbia convinto ;) Maddy mi è piaciuta moltissimo!

      Elimina
  4. mi fa piacere che ti sia piaciuto *_*
    come sai, mi ispira molto! Non vedo l'ora di leggerlo e di vedere il film *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono curiosa di sentire il tuo parere, Giusy :3

      Elimina
  5. Sembra una storia molto tenera e sono curiosa anche di vedere il film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto dolce, ma che non risparmia verità scomode... anche io sono curiosissima :)

      Elimina
  6. Mi ispira moltissimo il film, mentre il libro lo recupererò più avanti, quando avrò meno arretrati e sarò nel mood giusto per uno young adult =D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, è talmente scorrevole che si legge in mezza giornata :D Poi mi dirai!

      Elimina

Lasciami una briciola, un commento, come segno del tuo passaggio :3

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...